I suoi occhi gialli hanno lasciato una sola fessura per gettarvi le monete della notte

Ode al gatto, Pablo Neruda

Non avrebbe saputo spiegarla, era una pena che superava il suo livello d'istruzione

Céline, Viaggio al termine della notte

Ogni estrema passione è estremo convincimento

Frammento I°

Ogni disordine è disordine controllato, trapunto d'intervalli riservati alla vendita di a...

L'animale morente, Philip Roth

Scrivere significa riscrivere

Albert Camus

Dogon: “Sul lavoro e altri affanni” (audio)

Descrizione breve

Dogon è un trio di amici formato da un testo, una voce e un mixer.

Il nome deriva da l’omonima popolazione africana del Mali, famosa per le sue maschere, utilizzate durante i rituali religiosi.

La tradizione orale è sempre stata alla base della loro conoscenza e della sua trasmissione. E la parola è paragonata al vapore acqueo che adagiandosi sulla terra nuda, la rende fertile.

descrizione completa

Descrizione completa

Nell’epoca delle Immagini, della loro onnipresenza, sono la lettura e il racconto orale a prendersi cura della nostra immaginazione.

Il classico fuoco, attorno al quale le persone si siedono per ascoltare il narratore, è ancora
altamente
pirotecnico.

Sul lavoro e altri affanni è la nostra prima raccolta, pubblicata sia a puntate sia in forma completa su Youtube e sulla nostra pagina Facebook.

Tra svegliarsi la mattina e arrivare al fine settimana. Tra assurdità, piccoli fastidi e comuni affanni. Ma anche rapporti di coppia, il presente delle nuove generazioni, nazionalismi da bar, la sfiducia nelle informazioni più ovvie.

Tutto con la dovuta leggerezza.

 

Buon ascolto

Intro 0:00 – E-mail 00:51 – Quattro dita 02: 54 – Annuncio 06:50 – L’interventista 10:26 – Il realista 14:25 – Bello 19:20 – Un gran lavoratore 25:52 – Non è la mia ragazza 34:01 – Confessioni di un canguro 34:01 – Non lo so 39:56 – Esternalizzare 42:39 – Una persona 48:43 – Il patriota 53:28 – Vocabolario 58:54 – Fastidio 01:01:35 – Precisare prego 01:05:59 – Outro 01:13:12

Made by OSOM