I suoi occhi gialli hanno lasciato una sola fessura per gettarvi le monete della notte

Ode al gatto, Pablo Neruda

Non avrebbe saputo spiegarla, era una pena che superava il suo livello d'istruzione

Céline, Viaggio al termine della notte

E intanto la triste verità era che non tutti potevano essere straordinari, non tutti pote...

Jonathan Franzen, Le Correzioni

Ogni disordine è disordine controllato, trapunto d'intervalli riservati alla vendita di a...

L'animale morente, Philip Roth

Scrivere significa riscrivere

Albert Camus

Ho iniziato a scrivere per gli altri abbastanza presto: avevo sei anni. Erano vere commissioni, non retribuite, che non appartenevano più a me perché una volte terminate, le consegnavo ai legittimi proprietari.

Il ghostwriter, lo scrittore fantasma, bene o male fa questo. Le due uniche differenze rispetto al lavoro che compievo da bambino sono: la retribuzione e l’anonimato.

La persona o l’azienda cui consegno il testo commissionato non diventa solo la proprietaria ma anche, davanti a un pibblico, la persona che lo ha scritto.

Il fantasma scompare, definitivamente. Non si può dire nemmeno che sia mai apparso.

Se avete bisogno di qualcuno che scriva per voi, sarei lieto di indossare l’abito del fantasma.

Articoli, racconti, discorsi, saggi brevi, ma anche correzione di bozze o editing.

I temi trattati possono essere molteplici.

Contattami a questa email per ulteriori informazioni.

Qui sotto, troverete alcuni lavori che ho svolto in passato.

Made by OSOM